La Visita pastorale continua…

 


Come ho detto alla fine della s. messa finale, la VP è stata davvero un’occasione di grazia: ci ha consentito di conoscere meglio colui che il Signore ha scelto per guidare questa nostra chiesa di Venezia e di farci da lui conoscere. Moltissimi di noi hanno avuto la possibilità di una stretta di mano, una foto o uno sguardo del Patriarca che rimarrà custodito nei nostri ricordi. Attraverso la sua parola, abbiamo ricevuto una guida e un indirizzo. In effetti, molti sono stati i messaggi che il Patriarca ci ha lasciato e che ora ci apprestiamo a riascoltare e discutere.

Ma la VP è stata anche un evento che ha messo in moto molte persone e molte energie; essa ci ha fatto scoprire l’importanza di essere una comunità, dove ci sono molte membra e diversi carismi; ci ha fatto capire che da soli non si fa nulla e che abbiamo bisogno degli altri. In particolare, questa Visita, ci ha spinto a collaborare insieme tra le nostre 3 parrocchie per realizzare qualcosa di comune.

Il gesto comune con cui abbiamo concluso, cioè la bella eucarestia sotto il tendone, è stato un bel segno che ha manifestato la fede e la gioia delle nostre comunità. Straordinario vedere cantare e suonare insieme i nostri cori e musicisti guidati dalla Angelina. Sarebbe bello che questa messa della collaborazione, potesse diventare un appuntamento fisso per le nostre parrocchie.

La VP si è anche aperta al territorio soprattutto con il gioioso incontro con i ragazzi e giovani presso i locali di Free Sport, con la toccante s. messa celebrata alle Crete, presso la casa dell’Anfass e con l’incontro in sala consiliare con tutta l’amministrazione, i consiglieri comunali e con gli ex sindaci, che insieme hanno presentato al Patriarca gli ultimi 50 anni i storia del paese.

Se un rammarico c’è, è quello di aver fatto le cose troppo di corsa: spesso gli incontri, non consentivano l’articolarsi di un dialogo tra noi e il Patriarca e il susseguirsi di essi, ha ridotto il numero dei potenziali intervenuti (vedi l’interessante incontro con i genitori).

Anche se sulla carta si è concluso l’iter degli incontri con il Patriarca e degli eventi legati a tale visita, la nostra VP continua a produrre effetti, così come essa è iniziata ben prima del 13 aprile con gli incontri di preparazione dei vari gruppi. Ciò che ci aspetta adesso, è una verifica e un confronto con i messaggi che il Patriarca ha voluto indirizzarci.

Rinnovo i ringraziamenti agli organizzatori (Cenacolo in primis), ai membri dei vari gruppi che hanno partecipato agli incontri prestabiliti, a chi ha curato le liturgie, l’ospitalità, ai volontari che hanno montato il palco, alle autorità comunali, alle corali e ai musicisti, agli Scout e ai giovani di Azione Cattolica he hanno curato il servizio d’ordine.

…Che la visita continui!

Don Gianpiero

Condividi su:   Facebook Twitter Google
24 aprile 2018, liberagavia